Microsoft Xbox 360

La Xbox 360 è la seconda console da gioco realizzata e prodotta da Microsoft in collaborazione con IBMATI Technologies e Samsung. Presentata ufficialmente il 12 maggio 2005 a MTV, suscitò subito un notevole interesse da parte del pubblico. Nel mese di giugno vennero divulgate ulteriori informazioni più dettagliate sulla data di lancio e sui giochi.

La nuova console fece il suo ingresso nel mercato il 22 novembre 2005 in America settentrionale, il 2 dicembre in Europa e il 10 dicembre in Giappone. Come prevedibile, la console fece il tutto esaurito in tutti i paesi dove venne commercializzata eccetto il Giappone. La azienda di Redmond non è mai riuscita ad imporsi troppo in quel paese a causa della rivale Sony.

La nuova stazione da gioco è completamente differente da quella precedente, oltre per l’hardware, che consentiva di ottenere risultati grafici migliori, anche per la dotazione software. Il nuovo sistema operativo integrava nuove funzionalità sul servizio Xbox Live come la possibilità di accedere ad uno Store virtuale in cui scaricare giochi arcade, demo, trailer e contenuti multimediali: film, telefilm, musica…

Tuttavia, quello che suscitò maggior interesse dal pubblico fu la grafica dei giochi. Infatti, la console gestiva la risoluzione massima di 1920x1080p. Non tutti i giochi, però, supportavano questa risoluzione nativamente. Pertanto, in alcuni casi, la risoluzione veniva “upscalata“, ovvero riadattata dal sistema operativo. Un’altra differenza con la precedente versione della console Microsoft era nel design estetico: questa volta la console aveva linee più sottili e poteva essere posizionata sia in orizzontale che in verticale (la soluzione preferita in quanto considerata “salva spazio”).

Anche il pad fu totalmente rivisto: più piccolo, ergonomico e senza fili (connettività wireless). In seguito, Microsoft, rilasciò anche una versione con il filo del proprio pad (con connessione USB) per computer ed un adattatore wireless per poter utilizzare quelli della Xbox. Grazie a questo è stato preso come “standard” da quasi tutti i giochi per computer ed ancora oggi è considerato il miglior pad in circolazione per il gaming.

Nei primi mesi di vita della console, la Microsoft si impegnò molto per mantenere la promessa della retrocompatibilità dei giochi della generazione precedente, rilasciando un aggiornamento (emulatore) con cui poter avviare i vecchi giochi della XboxMicrosoft riuscì a portare la retrocompatibilità su più del 90% dei giochi.

xbox360-console

Xbox Live

Il servizio Xbox Live fu ristrutturato e migliorato rispetto alla precedente versione. In questa nuova versione venne introdotto il concetto di “tipologia account” che differenziava gli utenti in due categorie: Silver e Gold. A tutti gli utenti che associavano il proprio account Microsoft alla console, veniva assegnato un account Silver che consentiva di collegarsi allo Store per scaricare contenuti ed aggiornamenti di sistema. Per poter giocare online in multiplayer, invece, era necessario convertire il proprio account Silver in Gold, con un abbonamento (mensile o annuale) dal costo contenuto (circa 50 € per quello annuale). Oltre alla possibilità di partecipare al multiplayer, l’utilizzo di un abbonamento consentiva di poter utilizzare le applicazioni specifiche per la Xbox 360.

Ban

Per combattere la pirateria informatica, Microsoft iniziò una “guerra senza fine” in cui bannava gli utenti che possedevano una console modificata dal servizio Xbox Live. Il primo episodio è avvenuto il 17 maggio 2007, quando centinaia di utenti vennero esclusi dal multiplayer definitivamente. Il ban, però, non riguardava l’account ma l’hardware della console. Infatti, utilizzando il proprio account su una console differente si riusciva tranquillamente a giocare online con il proprio abbonamento attivo.

Ad oggi, le ondate di ban sono state quattro:

  1. 17 maggio 2007
  2. 20 novembre 2007
  3. 10 novembre 2009 (in contemporanea con l’uscita di Modern Warfare 2)
  4. 14 settembre 2010 (in contemporanea con l’uscita di Halo: Reach)

Non vi è un appuntamento fisso. Microsoft si riserva il diritto di avviare i ban multipli ogni qual volta lo ritenga necessario.

Gli obiettivi

I giochi della Xbox 360 sono riusciti a rendere più partecipi i videogiocatori grazie all’ottimo sistema degli obiettivi. Ogni gioco ha un certo numero di obiettivi da sbloccare e che fanno guadagnare al giocatore punti esperienza (punti G).

Xbox Store

L’Xbox Store, precedentemente chiamato Marketplace, è un negozio virtuale in cui è possibile acquistare e scaricare giochi, contenuti multimediali ed applicazioni per la Xbox. È possibile anche noleggiare film e serie tv. Per l’acquisto era necessario disporre di Microsoft Points fino ad agosto 2013, quando vennero aboliti in favore della valuta locale.

Microsoft Points

Microsoft Points, conosciuti anche come MP, vennero introdotti per l’acquisto di contenuti dallo Store: giochi, contenuti multimediali o accessori per l’avatar. I punti potevano essere acquistati in negozio, attraverso carte prepagate, o direttamente online. La Microsoft decise di ritirare i Microsoft Points nel mese di agosto 2013 convertendoli nella valuta attuale. Fino al 1° giugno 2015, Microsoft consentirà di spendere i Microsoft Points accumulati ed ancora reperibili all’acquisto online.

Chat e Video

Oltre alla possibilità di effettuare chat di gruppo con i videogiocatori di tutto il mondo, sulla Xbox 360 arrivò anche Windows Live Messenger che consentiva di accedere alla rete anche dalla propria console. Questa funzionalità venne molto apprezzata e favorì la vendita di un accessorio per la console: il tastierino QWERY per il joypad.

Per le chiamate video, invece, venne commercializzato l’Xbox Live Vision: una webcam per la console per videochattare e scattare foto da associare al proprio profilo. In seguito, Microsoft rilasciò anche Skype come applicazione per la sua console.

Il problema dei 3 led rossi

I primi anni di vita della console Microsoft sono stati duri a causa di un problema di surriscaldamento che affliggeva le prime versioni dell’hardware. Il problema più noto e costoso è stato quello dei tre led rossi (noto come Rings of death). Vi sono volute molte revisioni prima di risolvere definitivamente questo problema, ma Microsoft si è sempre comportata ottimamente con il suo servizio di assistenza. Di seguito, un elenco di tutte le versioni e revisioni rilasciate della console.

  • Xenon: Prima versione
  • Zephyr: Prima revisione. Viene aggiunto l’ingresso HDMI 1.2 e un nuovo dissipatore GPU
  • Falcon: Modificato il sistema di raffreddamento della CPU.
  • Opus: Equivale alla versione Falcon ma non è munita di ingresso HDMI. Venne utilizzata per la sola sostituzione delle console Xenon rigenerate.
  • Jasper: Identica alla versione Falcon ma con una memoria flash integrata (256MB oppure 512MB)
  • Valhalla: CPU e GPU vennero integrate in un unico chip e venne aggiunta una porta dedicata per Kinect ed il supporto al 3D.
  • Trinity: Revisione della versione Valhalla.
  • Corona: Revisione della versione Trinity.
  • Corona (Xbox 360 E): Revisione della precedente Corona con la modifica di alcuni chip e la rimozione di porte analogiche.

Dalla versione Valhalla, le console vennero dotate di adattatore Wi-Fi integrato. Inoltre, con l’ultima revisione “Corona” venne rimosso il chip bus HANA che veniva sfruttato per modificare la console (modifica RGH).

xbox360_logo

I modelli

La Xbox 360 ha avuto ben tre revisioni: la versione originale (conosciuta come FAT), la versione Slim e la versione Xbox 360 E (New Slim). A differenza del modello principale (la FAT), le versioni successive si differenziano per un design differente, più sottile, ed una dotazione hardware differente: connettore dedicato per Kinect, porte USB, WiFi integrato, etc…).

Retrocompatibilità

La console ha riscosso fin da subito un buon successo commerciale e di questo ne ha giovato anche il parco titoli, che ad oggi è molto ampio. Oltre questo, però, la Microsoft ha integrato il supporto alla retrocompatibilità della console precedente, la X-Box Original. La compatibilità con i giochi della prima Xbox, tuttavia, richiedevano l’utilizzo di un emulatore. Per questo motivo, per poter usufruire di questa funzionalità era necessario disporre di un Hard Disk Xbox 360.

Microsoft ha raggiunto la compatibilità con ben 475 giochi Xbox, prima di interrompere il supporto nel 2008. Se interessati, potete visionare l’elenco in questa pagina: Elenco compatibilità prima Xbox

Accessori

La console, nei suoi anni di servizio, ha avuto diversi accessori tra joypad, webcam, telecomando multimediale, etc… Di seguito, vedremo in dettaglio quali:

  • Joypad wireless: è il pad in dotazione con la console. Funziona con due batterie stilo AA oppure con la batteria a litio (venduta separatamente).
  • Joypad con cavo: identico al pad wireless. L’unica differenza è la presenza del cavo di 2.7 metri con connettore USB per il collegamento alla console o ad un computer Windows.
  • Joypad Wireless Adapter: è il dispositivo che consente di collegare fino a 4 pad wireless su PC Windows.
  • Play & Charge Kit: è un cavo che consente di ricaricare la batteria al litio mentre si sta giocando.
  • Quick Charge Kit: è un dispositivo che consente di caricare due batterie al litio per volta, scollegandole dal pad.
  • Live Vision: è la webcam compatibile con la Xbox. Consente di effettuare videochiamate con MSN, Skype e viene utilizzata in alcuni giochi.
  • Racing Wheel: è il volante con pedaliera per Xbox
  • Telecomando multimediale universale: è un telecomando per la Xbox con la possibilità di associare anche altri dispositivi, così da poter comandare da un unico dispositivo la tv, la console e l’impianto audio.
  • Auricolari: è la classica cuffietta mono con microfono da collegare al pad.
  • Auricolari wireless: è un auricolare senza filo che si abbina al pad e consente di comunicare con gli amici sulla console.
  • Microfono wireless: è un microfono da utilizzare per i giochi musicali.
  • Mouse e tastiera PC: più che un dispositivo è il supporto al mouse e alla tastiera. Viene utilizzata nella dashboard e in alcune app, oltre che in alcuni giochi che la supportano.
  • Messenger Kit: è una mini-tastiera che si aggancia sotto al pad e consente la scrittura veloce di messaggi su Xbox Live.
  • Kinect: è un sensore di movimento utilizzato da alcuni giochi.
  • Controller per Guitar Hero: è un controller a forma di chitarra per giochi musicali.
  • Controller per Rock Band: sono una serie di controller (microfono, batteria, chitarra) per giochi musicali.
  • Wireless Networking Adapter: è un adattatore per il collegamento della console in WiFi, utile nelle prime versioni FAT.
  • Cavo component: è il cavo classico di dotazione della console con connettori RCA.
  • Cavo S-Video: è un cavo S-Video ed RCA.
  • Cavo SCART: è un cavo per il collegamento mediante presa SCART.
  • Cavo VGA: è un cavo per il collegamento della console a monitor VGA.
  • Cavo HDMI: è il cavo per il collegamento in alta definizione
  • HD DVD Player: si tratta di un lettore di dischi HD-DVD ma non si è mai distinto per la mancata diffusione degli HD-DVD il cui posto è stato preso dai Blu-ray di Sony.

Microsoft XNA

Per tutti gli sviluppatori, Microsoft rilasciò XNA Game Studio Express: un software con cui poter sviluppare videogiochi per Windows ed Xbox 360. Con supporto alle tecnologie Direct 3D v9, XAct, XInput e XContent, le applicazioni sviluppate per una piattaforma potevano essere trasportate con facilità sull’altra.
Tutti i giochi sviluppati su PC possono essere trasferiti sulla console solo mediante la sottoscrizione di un abbonamento: XNA Creators Club, dal costo di 90 euro.

Mega Meshes

Dopo circa 6 anni che la console era già sul mercato, quando si pensava che avesse già dato il massimo, Microsoft ha aggiunto Mega Meshes, una nuova tecnologia che ha aggiunto alla Xbox 360 l’effetto tassellazione. In pratica è riuscita ad aumentare il numero di poligoni e migliorare il dettaglio grafico riuscendo a garantire i 30 fps.
L’ideatore di questa tecnologia è stato Ben Sugden, il Lead programmer di Lionhead Studios (il ramo Microsoft che si occupava di sviluppare Fable), che l’ha presentata per la prima volta alla GDC 2011.

Caratteristiche tecniche

  • CPU: Xenon a 3.2 GHz da 170 milioni di transistor – 115 GigaFLOPS
  • Memoria: 512 MB GDDR3 700MHz unificata
  • Memory BUS: 23.4 Gb/s
  • Front-side BUS: 22.6 Gb/s
  • GPU: ATI Xenos da 337 Milioni di transistor a 500 MHz/160 operazioni per ciclo
    • EDRAM NEC Embedded di 10 MB
    • Funzione MEMEXPORT
    • Pixel Shader Model 3.0+Fillrate in pixel da 16 gigasample al secondo con MSAA 4x
    • Fillrate in texel da 8 gigatexel al secondo
    • Ombreggiatura a 48 Shaders di tipo unificato/16 samples per clock
    • 10 operazioni pipeline in virgola mobile per clock
    • 2 operazioni ALU pipeline per clock
    • 96 miliardi di operazioni shader al secondo
    • Rendering grafico di picco pari a 1,5 miliardi di vertici al secondo (500 milioni di triangoli)
    • 24 miliardi di operazioni in prodotto scalare
    • 8 Render Output Unit1 TeraFLOPS (742 GigaFLOPS)
    • Risoluzione supportata: 50/60/120 Hz, 4:3, 16:9, 16:10, 480p, 720p, 1080i, 1080p.
  • Storage: Disco rigido 2.5″ SATA da 20/60/120/250/320/500 GB
  • DVD-ROM: 12x dual layer
  • Supporto a Pendrive USB da 1/2/4/8/16/32 GB per ogni slot
  • Input/Output: 4 porte per controller wireless operativi a 2.4 GHz
  • Porte USB: 2.0, 3 per la 360, 5 per la 360 Slim 4 per la 360 E
  • 2 porte per Memory Unit (solo nella versione FAT)
  • Porta Kinect autoalimentata
  • Uscite Audio/video: Porta A/V (non presente su 360 E) per connettori scart avanzato, composito, a componenti, VGA e S-Video
  • Uscite Audio/video: Porta Jack 3,5 mm A/V (solo per 360 E) per uscita composita (RCA)
  • Uscite Audio/video: HDMI v1.2 (non presente nelle versioni Xenon e Opus)
  • Uscita audio (solo 360 Slim): porta S/PDIF (audio ottica/TOSLINK)
  • Porta AUX (non presente su FAT): porta USB con alimentazione aggiornata, per il collegamento diretto al kinect senza l’uso di un alimentatore esterno

Potrebbe interesssarti anche...

Configurare la Xbox360 per Xlink Kai | OCEWeb.it

Creare un tema per la dashboard NXE della Xbox360 (oceweb.it)

Microsoft Xbox360: problemi di connessione con Fastweb | OCEWeb.it